Silvio Raffo - La Prealpina - 2010

Siccardi, ovvero "il Sic"

 

Alessandro Siccardi. Ovvero "il Sic": così è se vi pare. Ovvero, quando si dice "eccentrico". Il significato originario del vocabolo è da ricondurre alla matematica, ha a che vedere con l'ellissi, una circonferenza non proprio circolare, leggermente schiacciata ai poli.

Operare eccentricamente è un genere di attività che mi è molto caro, oltre a essermi decisamente congeniale. Vuol dire, in sostanza, fare ciò che ci ispira l'estro infischiandosene dei canoni ufficiali, accademici, convenzionali.

Sandro Siccardi è stato il mio primo allievo (privato). Io frequentavo il liceo classico, lui lo scientifico. Il latino non gli interessava molto, come non gli interessava tutto ciò che non fosse un po' "fuori" di un'orbita  chiaramente definita. L'ho ritrovato alcune, non moltissime, volte sul mio cammino; come padre affettuoso e indulgente di due bellissime figlie, come marito difficilmente addomesticabile, come architetto "outsider". Sempre lo stesso ragazzo: mai invecchiato - come me del resto - mai depresso nonostante gli inevitabili colpi della sorte, mai negativo, mai banale.

Ricordo le feste (sempre più simili a rimpatriate di ex liceali  che a compìti vernissage)  in via Ascanio Sforza, una galleria sul Naviglio piena di vita e colori a cui mi sono ispirato in un mio recente romanzo. Ciò che qualifica il Sic, oltre all'impossibilità di essere normale (e quindi noioso) è soprattutto l'inarrestabile slancio del suo entusiasmo e l'esuberante versatilità della sua inventiva.

Riscoprendolo oggi come designer e stilista, non posso fare a meno di ammirarne il gusto, mai scontato, mai volgare, sempre frizzante e adolescenziale; la gioia di vivere mixata alla voglia di rinnovare  e ri-combinare tra loro in modi mai tentati prima gli elementi della materia di cui è fatta la vita gli fa conseguire risultati brillanti, in un contatto con l'arte e l'artificio a cui non è estranea una sorta d'ingenuo -e malizioso- piacere di sbalordire.

I suoi "relitti" (da "relinquo": tutto ciò che resta e che non si deve buttare anche se sa di naufragio) sono veramente "perfetti": portati a termine (da "perficere") nel modo che a loro meglio si conveniva, e che nessuno si sarebbe aspettato. Divertissements che "divertono" davvero, perchè ci fanno deviare in una zona aerea extra-vagante, al di là dei soliti tracciati e senza polverosi cerebralismi.

Qualcuno, e qualcosa, ci stupisce ancora: Sandro Siccardi e le sue creature. Che dopo il successo della Milano più alternativa e meno snob attendono i fans di Varese.

RELITTI PERFETTI 

di Alessandro Siccardi

 

via Cardinale Ascanio Sforza 21 

20136 Milano

Cell. +39 335281974

Tel.  +39 0289421186

Fax. +39 0289421098 

sicsan@tin.it

www.alessandrosiccardi.it

www.relittiperfetti.com

www.relittiperfetti.it

 

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Alessandro Siccardi - Via Cardinale Ascanio Sforza 21 - 20136 Milano